I blog e l’autorità

Marketing Legale - Costruire autoritàEsistono 2 tipi di autorità differente. Il primo è l’autorità “nominata” o precostituita ed è il tipo di autorità di chi dice di se stessa :“Io sono il boss”, “sono io che comando qui”, “io sono il professor tal dei tali insignito al merito da questa o quell’altra autorità”.

C’è poi un secondo tipo di autorità, quella che nasce dall’autorevolezza e dalla reputazione. L’autorità di chi, nei fatti, ha dimostrato e dimostra tutti i giorni di saper risolvere i problemi. L’autorità che nasce dall’esperienza e dal merito. Nessuno in una palestra di arti marziali si permetterebbe di sfidare il maestro, e non certo per rispetto nei confronti di una autorità precostituita, ma per paura di prenderle! Allo stesso modo nessuno mette in dubbio la professionalità di chi produce risultati e risolve i problemi. Questo è il concetto di “merito”.

I blog grazie alle loro caratteristiche, rimettono in discussione il concetto stesso di “Autorità” (la maiuscola non è un errore), ri-definendola in termini di merito e reputazion,e e forse anche per questo in Italia trovano molta opposizione. Provo a spiegarmi meglio evitando questo linguaggio da sociologo.

I blog hanno rivoluzionato in pochissimo tempo tutto il mondo della comunicazione tecnica e delle professionalità, anzi si può dire che hanno rimesso in discussione lo stesso modo di percepire l’autorità da parte degli utenti.

Ti faccio una domanda: “Fino a qualche anno fa come facevi a definire una persona competente o esperta?”.

In una società dove non c’è la perfetta circolazione delle informazioni, “esperto” è considerato chi è certificato da un’Istituzione. Un professore universitario era considerato più bravo di un qualunque avvocato, anche se non andava mai in tribunale, perché poteva vantare un “bollino” (una medaglia), la cattedra universitaria.

Allo stesso modo, anche il rapporto medico paziente era un rapporto molto sbilanciato dalla parte del medico. Alcuni miei clienti medici si lamentano proprio di questo e mi raccontano che i loro pazienti alle volte sono molto più documentati di loro su uno specifico problema. Oggi un paziente su tre, che ha un qualunque problema, prima di accomodarsi nella sala di attesa di un medico si è sicuramente documentato su internet per saperne di più sulla sua patologia e 1/10 di essi ha effettuato ricerche accurate su tutte le novità e gli ultimi ritrovati di cura per il suo specifico disturbo.

Internet, ha realizzato la perfetta circolazione delle informazioni e non sono rare le persone che conoscendo le lingue si documentano anche sui più prestigiosi siti web, delle Università e degli opinion leader stranieri. In questo modo le informazioni, che fino a qualche anno fa erano ad esclusivo uso di una cerchia ristretta di privilegiati, oggi sono alla portata di tutti.

In questa situazione competitiva emerge il merito individuale di chi condivide informazioni e fa opera di divulgazione.

Un esempio ti chiarirà meglio quello che sto cercando di spiegarti. Poniamo per ipotesi che due amici si laureano contemporaneamente in Giurisprudenza. Entrambi sono molto bravi e appassionati di diritto tributario, solo che lo studente Tizio decide di provare la carriera universitaria mentre Caio decide, per indole personale e motivi contingenti, di darsi all’attività privata. Dopo 5 anni Tizio ha raggiunto l’agognato obiettivo di prendere un incarico come ricercatore, Caio sta pensando di mettersi in proprio e lasciare lo studio dell’avvocato dove ha fatto la pratica e con il quale è diventato un professionista anche lui.

Tizio continua a fare ricerche e a scrivere articoli in attesa che la Commissione giudichi positivamente i suoi lavori e in questo modo spera di poter pubblicare qualche articolo sugli “Annali dell’Università”, Caio decide di pubblicare un blog tematico dedicato interamente all’analisi delle problematiche legate all’IRAP. Nel blog Caio pubblica una volta ogni settimana, articoli, sentenze, commenta disegni di legge, pubblica opinioni e offre consigli che vengono dalla sua personale esperienza agli altri professionisti, e agli utenti interessati.

Il tempo passa e dopo altri due anni Tizio sarà ancora all’università a studiare tentando di pubblicare un manuale per la parte speciale dell’esame di Diritto Tributario, Caio avrà realizzato il sito web più autorevole sull’Irap di tutta la rete. Caio sarà percepito come il più grande esperto italiano di Irap mentre Tizio sarà un perfetto sconosciuto.

Chi, secondo te, tra i due ha dato più valore alla comunità professionale? Chi tra i due sarà riconosciuto come esperto? Assolutamente Caio! In quanto è Caio che ha trasferito valore agli altri, condividendo il suo sapere, è Caio che ha migliorato la vita degli altri professionisti regalando loro informazioni di valore, è Caio che è stato realmente utile, non di certo Tizio!

Ecco perché il blog è il principale strumento per creare autorità, e posizionarti come esperto della materia!

 

Luciano Cassese

Self marketing Coach

 

HEY TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO ?

Condividilo anche su Linkedin con i tuoi contatti  Clicca su Share qui sotto e fallo leggere anche ai tuoi amici e colleghi

RISORSE UTILI

Ancora non lo hai Letto ?
Il Marketing per lo Studio Legale Ti insegnerà come raggiungere grandi obiettivi e alti livelli di soddisfazione con l tuo Studio
Impara come  Realizzare Sistema Unificato di Marketing per lo Studio Legale
Genera nuovi contatti ogni settimana
Trova nuovi clienti ogni settimana
Domina il tuo mercato

 

Leave a reply

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.