Come valutare i dati del Keyword Tool

 

Come interpretare i dati del google-keyword-tool

Se hai utilizzato almeno una volta nella vita il Google keyword tool per fare ricerche quantitative sulle nicchie di mercato sicuramente ti sarà nata la curiosità di sapere “Come valutare quei dati”.

Possiamo dire, con non poca approssimazione che esistono 3 caratteristiche che fanno la differenza tra una nicchia poco redditizia e una nicchia molto redditizia.

1° caratteristica: quante persone cercano questa tematica?

La primissima cosa da valutare è la quantità di persone interessate ad un certo argomento. Questo è il valore espresso nella colonna “ricerche mensili globali”.

Guarda esattamente quante ricerche mensili compaiono per la parola chiave che hai ricercato. Se sono meno di 1000 ricerche al mese, la tua nicchia è una nicchia piccola e non è detto che valga la pena specializzarsi. Dipende ad ogni modo, dal valore medio dell’incarico che ne può scaturire.

2° caratteristica: questa nicchia è facilmente monetizzabile?

Che tipo e quanti tipi di servizi legali possono nascere in quella nicchia di specializzazione?

Ti faccio un esempio l’anatocismo e le richieste per la restituzione dell’anatocismo sui conti correnti, sono sicuramente un ottima nicchia di specializzazione, e in questo periodo di crisi finanziaria e di rinegoziazione dei mutui anche abbastanza facile in termini di acquisizione della clientela, in quanto il valore medio del singolo incarico è sicuramente interessante e anche se una parola chiave di per se genera poche visite, anche a causa del fatto che il fenomeno viene definito con un termine di “anatocismo” che è incomprensibile ai più. Una materia come l’anatocismo va sviluppata con un approccio da marketing innovatore in cui chi propone il servizio deve prima educare ed informare i suoi prospect sul fenomeno e alle opportunità ad esso collegate.

Una parola chiave come “permesso di soggiorno” invece è molto più diffusa (nel momento in cui scrivo questo libro le parole chiave “permesso di soggiorno“, “permessi di soggiorno” e “permesso soggiorno” ottengono complessivamente 440.000 ricerche mensili) ha la capacità di generare molto più interesse anche se alla fine l’incarico medio è di valore più basso.

3° caratteristica: quanta competizione c’è?

Ultima caratteristica per valutare la tua nicchia di mercato è l’informazione relativa al livello di competizione che c’è.

Ritornando sullo strumento per la ricerca delle parole chiave di Google, quando effettui una ricerca in merito ad una parola chiave, ti comparirà nei risultati l’indicazione del livello di competizione e, in base alle parole chiave che hai scelto, può capitarti  che questo è indicato come:  Basso, medio o alto.

Fino a qui sembra tutto semplice. Ma quali sono i mercati da scegliere in base a questa informazione? La logica ti direbbe di prendere i mercati con competizione bassa o quasi nulla. Questa è una cosa che insegnano in tanti sedicenti guru del marketing ma, non è del tutto corretta.

Perché dico questo? L’esperienza mi ha insegnato che i mercati migliori in assoluto nei quali calarsi, sopratutto quando non si ha una buona esperienza di marketing, sono quelli con un livello di concorrenza media, non solo quelli in cui la concorrenza è bassa.

Quell’indicatore della concorrenza mi da una informazione molto Utile alla valutazione del business, in quanto mi dice quanti competitor stanno spendendo, in questo momento soldi per vendere un servizio collegato a quella parola chiave. Più persone spendono soldi, per acquistare visibilità su una determinata parola chiave, più quella nicchia è ricca e monetizzabile (altrimenti cosa ci fanno tutte quelle persone in un solo mercato?). Questa è una verità per così dire contro-intuitiva. In molti hanno paura della concorrenza e quando la intravedono scappano. Ma questo è un errore da neofiti.

Le nicchie dove la concorrenza è alta sono nicchie molto lucrative, in quanto tanti competitor sono disposti a spendere tanti soldi per farsi pubblicità ma, sono anche molto difficili da gestire. Sono nicchie per i cosiddetti “big dog”, per i marketer grossi, forti ed esperti. Non sono impossibili perché chiunque può entrarci e lucrare. Ma servono molte risorse da investire in pubblicità, molta esperienza di marketing, molte competenze e molta costanza per restare a lungo in mercati così consolidati. Il tuo obiettivo di lungo termine (quando avrai acquisito tutte le competenze di marketing necessarie ed avrai fatto crescere il tuo studio legale) dovrebbe essere quello di entrare ed emergere anche in queste nicchie ma, per ora limitiamoci alle cose più semplici.

I mercati con un basso livello di competizione sono mercati che, non sempre, portano guadagni immediati. Sicuramente offrono tante opportunità inesplorate ma, come tutti i mercati ancora vergini anche delle insidie.  Come mai? I motivi possono essere tanti. Sono mercati tutti da scoprire e sopratutto non si può procedere a quella che chiamiamo l’analisi della concorrenza.

 

I mercati con concorrenza media hanno grandi vantaggi per i neofiti del marketing.

  1. Sono consolidati e quindi hai la certezza di avere a che fare con qualcosa di redditizio;
  2. La concorrenza non è tale da non consentirti di entrare in quella nicchia, per cui hai la possibilità di farti vedere e di guadagnarti la tua fetta di mercato sopratutto su un mercato locale.
  3. All’interno ci lavorano competitor anche bravi, che puoi osservare e tarare la tua USP (Unic Selling Proposition)  in funzione di bisogni non soddisfatti e di quello che loro non riescono ad offrire diventando in questo modo “Unico” facilmente.
  4. Una volta entrato, puoi restare ancora a lungo in questi mercati senza dover sgomitare troppo con i tuoi concorrenti. Passerà ancora del tempo prima che quella nicchia si affolli. Quando questo avverrà tu avrai maturato esperienza e ti sarai anche consolidato.

Luciano Cassese
Self Marketing Coach

 

HEY TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO ?

Condividilo anche su Linkedin con i tuoi contatti  Clicca su Share qui sotto e fallo leggere anche ai tuoi amici e colleghi

RISORSE UTILI

Ancora non lo hai Letto ?
Il Marketing per lo Studio Legale Ti insegnerà come raggiungere grandi obiettivi e alti livelli di soddisfazione con l tuo Studio
Impara come  Realizzare Sistema Unificato di Marketing per lo Studio Legale
Genera nuovi contatti ogni settimana
Trova nuovi clienti ogni settimana
Domina il tuo mercato

 

Leave a reply

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.